L’uomo di gesso- C.J Tudor

A597BB2D-393A-4AF2-8F9A-D0886A8C4BC9

Cari amici lettori, ritorno a parlare dei miei bene amati thriller e questa volta vi intrattengo con un romanzo veramente molto bello. “L’uomo di gesso” secondo me è una lettura che si sposa bene con il periodo di Halloween, intrisa di personaggi ambigui, strani disegni e apparizioni notturne. Quando ho iniziato a leggerlo la mia mente ha fatto subito un confronto con un celebre romanzo di Stephen King: It. Infatti anche qui ritroviamo un gruppo di cinque ragazzini, 4 maschi e una ragazza dai capelli rossi, che si incontrano nei boschi e tentano di non farsi beccare dai ragazzi più grandi(avete notato anche voi la somiglianza?).  Ma qui smettono le similitudini . Il libro si svolge su due piani temporali ben precisi, il 1986 e il 2016. Nel 1986 Eddie, voce narrante dell’intero romanzo e i suoi amici trascorrono l’estate dei loro dodici anni affrontando varie prove e vivendo vari traumi che si ripercuotono su ognuno. Tutto incomincia con una semplice giornata al luna park, prima vera prova per questi piccoli ragazzini di uscire da soli. Qui, Eddie si ritroverà suo malgrado ad assistere a una quasi tragedia: una bellissima ragazza viene deturpata in modo spregevole da una giostra che in quel momento si è staccata dai cardini.  Grazie all’intervento del nuovo insegnante, il signor Halloran, la ragazza si salva in extremis. In questo piccolo paese sembra che tutto ruoti intorno al mistero e all’angoscia, strani suicidi, pestaggi che portano a farsi mille domande e il ritrovamento di un corpo senza testa daranno vita a quesiti che non avranno risposta per almeno trent’anni.

Nel 2016 infatti i vari componenti di quella combriccola che ritrovò il corpo decapitato riceve un messaggio contenente  un omino di gesso. Ed e i suoi amici si ritroveranno, di nuovo, a venire a conoscenza dei segreti di quel luogo e a dare vita a una storia degna di un bellissimo film horror.

Tutti commettiamo degli errori. Ciascuno di noi ha dentro di sé il bene e il male. Solo perché uno fa qualcosa di terribile, si merita forse che quell’unica azione sovrasti e cancelli tutto il bene che ha fatto? O forse ci sono delle cose talmente cattive che nessun atto di bontà può redimerle?

In una spirale crescente di ansia e paura, ritrovo finalmente una storia che mi ha lasciato con il fiato sospeso. Sin dalle prime righe ho capito che questo è il libro adatto a me, dove ogni capitolo si conclude con una rivelazione o qualcosa che mi lascia sconcertata.  Posso dire che questo libro rappresenta quello che per noi, amanti del genere thriller, è il sacro graal. Un concentrato di adrenalina, alta tensione, ansia e paura che conferiscono un aspetto tragico e lugubre. Consiglio vivamente di leggerlo per comprendere appieno la mia felicità.

Alla prossima

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...